Ricerca

Research

date. 16.03.2021

city. Milan

size. 100 cm x 150 cm x 4 cm

Technica. foglia d'oro, cavo metallico, listelli di legno e smalti su tela

Technique: gold leaf, metal cable, wooden strips and enamels on canvas

L’uomo viene rappresentato nell’intento di tendere ogni suo sforzo al fine di spostare il proprio punto di vista su una dimensione non contaminata dal caos dell’ordinarietà. Il caos viene creato con manipolazione cosciente e non cosciente dall’uomo stesso e qui rappresentato dalle lettere capovolte che cadono per gravità. Il caos è umano ed è solo apparente. Per questo è rappresentato compresso su un lato della tela oltre la terra e cielo liberi. È lo stesso uomo che si ingabbia e si pone dei limiti. L'uomo solleva il velo per riappropriarsi della libertà di pensiero. Parte del cavo metallico è adagiato a terra e simboleggia la materialità e la vita che man mano l’uomo consuma arrivando a fine vita a non avere più cavo a disposizione. Dall’alto idealmente il cielo si apre all’oro divino che discende sull’uomo. In questa ricerca l’uomo deve costantemente preservare il proprio tempio interiore, il proprio eremo, e renderlo inaccessibile. L'eremo è posto in elevazione oltre la materialità e costruzione umana, queste rappresentate dai listelli di legno. Il fuoco è rappresentato dal vuoto compreso nel riquadro metallico. Nel caos è possibile individuare parole chiave di verità, La numerazione zero e uno rappresenta l’azione direttiva che pone l’uomo in movimento verso la ricerca. La luna pone tutto in un equilibrio con la sua azione di fluidità, oscillazione, argine e controllo della forza.

 

Man is represented with the intention of tending his every effort in order to shift his point of view on a dimension not contaminated by the chaos of ordinariness. Chaos is created with conscious and unconscious manipulation by man himself and represented here by the upside-down letters that fall by gravity. Chaos is human and it is only apparent. This is why it is represented compressed on one side of the canvas beyond the free earth and sky. It is the same man who cages himself and sets limits for himself. Man lifts the veil to regain freedom of thought. Part of the metal cable is placed on the ground and symbolizes the materiality and life that man gradually consumes reaching the end of his life to no longer have cable available. From above, the sky ideally opens to the divine gold that descends on man. In this search, man must constantly preserve his inner temple, his hermitage, and make it inaccessible. The hermitage is placed in elevation beyond the materiality and human construction, these represented by the wooden slats. The fire is represented by the void included in the metal frame. In the chaos it is possible to identify key words of truth. The numbering zero and one represents the directive action that sets man on the move towards research. The moon brings everything into balance with its action of fluidity, wobble, levee and force control.